Quello che segue è il manifesto di un progetto che non ha mai avuto luce e si è arenato poco dopo esser stato partorito. Ma come tutti i bimbi abbandonati, ha avuto una seconda opportunità:

Fuckington Frost è un esperimento di giornalismo partecipato. Siamo umani del ventesimo secolo, ma riadattati al ventunesimo: cyborg 5.0, operai dell’immateriale, comunicatori d’assalto e giornalisti pro erba. Pensatori.

Fuckington Frost è un progetto Pirata, osa e non guarda in faccia nessuno.

Fuckington Frost tiene le opinioni al fresco per farle macerare di cattiveria e renderle ancora più indigeste. Non ci interessa la sola verità: quella è già spacciata da un pezzo. Siamo più interessati alle percezioni di questa verità.

Fuckington Frost è un progetto autenticamente antifascista, ma siamo così per bene e naïf da permettere a tutt* di leggerci.

Fuckington Frost è un ponte tra neo-marxisti, neo-libertari, neo-markettari, neo-dem e anarchici della seconda ora.

Fuckington Frost ha un brutto carattere. Non ci fa paura nessuno. Potete anche querelarci, ma non abbiamo più nulla da perdere.

Fuckington Frost è il prodotto di un torbido ragionamento collettivo. Mai prendersi troppo sul serio: è da idioti da copertina. E magnatelo un sorriso dai, vieni su Fuckington Frost.

Strilloni nasce dalle ceneri di Fuckington Frost, e dopo una prima fase in cui si pensava di realizzare un progetto di giornalismo partecipato, col tempo ci si è resi conto che sarebbe potuto diventare uno spazio per docenti e discenti che ambissero a fare del giornalismo uno strumento per imparare gli uni dagli altri. Almeno da un punto di vista generazionale